Vini Michele Placido e Domenico Volpone. La massima espressione nell’arte dell’interpretare la natura. 

La Cantina

Una gestione scrupolosa dei vigneti e una cantina che favorisce l’incontro tra innovazione e tradizione, sono gli ingredienti che contraddistinguono la filosofia produttiva aziendale, avvalendosi a breve della certificazione biologica, profondamente rispettosa dell’ambiente, delle piante e della salute dei consumatori.

L’azienda vinicola si trova in provincia di Foggia, dove un tempo sorgeva l’antica Herdonia, insediamento dauno del IV-III secolo a.C. e poi importante municipium romano grazie alla posizione strategica tra la via Traiana, l’Eclanense e la strada per Venosa. Su terreni assolati e siccitosi, costantemente sferzati dal vento, le uve aziendali (Nero di Troia su tutte, varietà che secondo la leggenda raggiunse la Puglia al seguito di Diomede, che portò e mise a dimora i tralci di vite, portati dall’Asia Minore), danno vita ad una gamma produttiva ripartita su tre linee: vini in purezza, vini d’autore e vini saggi, che enumerano complessivamente 8 etichette.)

Vini Michele Placido & Domenico Volpone

Un’amicizia lunga una vita. Due vite all’apparenza così distanti, eppure legate da un filo strettissimo: quello che parte dalle assolate campagne di Ascoli Satriano, passa tra i filari delle vigne, e unisce Michele Placido, giovane attore, e Domenico Volpone già esperto di campi e vigne. Un’amicizia che si rafforza all’ombra di quei vigneti e tra le mura della Masseria Volpone, spingendo i due a fondare l’azienda Placido Volpone, e intraprendere così la via del vino. Oggi questa realtà tuffata nel verde delle campagne di Ordona è anche la prima cantina al mondo a certificare la filiera della sua Falanghina su Blockchain, una sorta di registro digitale distribuito e immodificabile.

error: Contenuto protetto!